Blog

Manutenzione Zenith Automatico

Oggi vi mostrerò alcuni passaggi eseguiti durante la revisione di uno Zenith Automatico.

Zenith - Estrazione lancette
Estrazione lancette
Zenith - Rimozione del quadrante
Rimozione del quadrante – Vista platina anteriore
Zenith - Smontaggio calendario
Smontaggio calendario e ruote trasmissione delle lancette
Zenith - Smontaggio bilanciere
Platina Posteriore del movimento – Smontaggio del bilanciere
Zenith - Smontaggio completo
Smontaggio completo ruote orologio e carica automatica
Zenith - movimento smontato pronto per il lavaggio
Movimento smontato pronto per il lavaggio
Zenith - platina dopo il lavaggio
Platina dopo il lavaggio
Zenith - riassemblaggio carica automatica
Riassemblaggio carica automatica
Zenith - calibro rimontato dopo la revisione
Calibro rimontato dopo la revisione
Zenith - Orologio dopo la revisione e la lucidatura
Orologio dopo la revisione e la lucidatura

Sostituzione Vetro Rolex Submariner

20170701_082430Dopo un forte urto o una brutta caduta dell’orologio può verificarsi la spiacevole rottura del vetro. Lo scenario sembra drammatico e, tolto il bracciale per visionarlo al meglio, si nota inoltre il danneggiamento di due indici all’interno del quadrante (8 e 12). Successivamente, si apre la cassa e si estrae la macchina per controllare le condizioni della vernice del quadrante Rolex che risulta essere particolarmente delicata. Per fortuna rimuovendo con molta attenzione le piccole schegge di vetro sembra che 20170701_082850il prezioso quadrante ne sia uscito senza graffi o buchi. A quel punto si ispeziona il movimento, ma nessun frammento risulta essere passato nel retro dell’orologio. Si procede poi nel posare subito il trizio rovinato all’interno degli indici per lasciarlo asciugare. A questo punto si rimuove la ghiera girevole e il cricco per ripulire  il tutto dallo sporco che col tempo si sedimenta20170701_083735 in ogni fessura. Con l’apposito attrezzo asportiamo la seconda ghiera che fissa il vetro alla cassa e facciamo uscire quel che resta del “vetro” dalla sede. Ripuliamo di nuovo il tutto e fissiamo il vetro nuovo con la sua ghiera grazie all’apposita pressa. La pulizia dev’essere assoluta per garantire un’aderenza perfetta tra la cassa, la guarnizione del vetro e il vetro. 20170701_084958Rimontata la ghiera girevole e il movimento si riattiva il fondello. Si conclude la procedura con la Prova dell’Impermeabilità che diventa obbligatoria dato l’intervento eseguito. Una volta superato il test, si garantirà un’ottima tenuta; il Submariner è pronto per la riconsegna!

 

20170703_20444020170703_204435

La Revisione

La manutenzione dell’orologio è molto importante per garantire un giusto funzionamento e per dare lunga vita a questa macchina ingegnosa. E’ necessario, pertanto sottoporlo ad un intervento periodico, detto Revisione, dove il movimento interno viene smontato completamente in tutti i suoi piccoli componenti. In questo modo è possibile ripristinarne la pulizia e controllare lo stato di usura dei singoli pezzi per eventualmente sostituirli. Successivamente, il tutto viene riassemblato e allo stesso tempo lubrificato con oli e grassi di alta qualità. Si regola la precisione grazie ad un crono-comparatore ed infine viene testato almeno per 48 ore per controllare la riserva di carica. Inoltre, gli orologi subacquei vengono sottoposti al test dell’impermeabilità con l’eventuale sostituzione delle guarnizioni secche o consumate. Al termine della procedura il vostro orologio vi garantirà un ottimo funzionamento fino alla successiva manutenzione.

 

 

La Storia

Mi chiamo Alessandro Cotifava e vorrei raccontarvi brevemente la storia di questa Orologeria.

6210170_orig
Orologeria Cotifava Mantova 1946: Torre dell’Orologio di piazza Erbe

L’azienda venne fondata a Mantova circa nel 1946 dal mio bisnonno Wassili Cotifava. In precedenza svolgeva  il lavoro del vetraio ma decise, per passione, di cimentarsi come autodidatta nella riparazione di orologi. Cominciò come gran parte delle attività di quel periodo, lavorando in casa e trovando clienti nei paesini di campagna. Non impiegò molto a farsi conoscere e ben presto l’ingresso di casa, situato dietro il Duomo di Mantova, diventò un centro di riferimento per molte persone in cerca di assistenza per il proprio orologio.

12715843_1111719788880031_7035034328871016436_o
Orologeria Cotifava Mantova 1946: il nonno Angiolino che ispeziona un cronometro rattrappante

Nel 1952 cominciò a lavorare insieme al padre anche mio nonno Angiolino Cotifava che intraprese il mestiere di Wassili dopo aver finito le scuole Industriali all’età di 15 anni. Collaborando impararono ad aggiustare e a fare manutenzione anche agli orologi da polso e a cipolla, finché nel 1959 aprirono la prima vera e propria bottega in Via Arrivabene. Successivamente, nel 1966 si aggregò il fratello più giovane di mio nonno, Paolo Cotifava, che all’ora anch’esso era quindicenne; così Wassili e i due figli continuarono a lavorare nell’impresa famigliare che si era venuta a formare. Date le dimensioni molto ridotte del locale, nel 1974 si spostarono in Via Cavour n.84 dove l’azienda rimase anche fin dopo la morte di Wassali (1991) e di mio zio Paolo (2001). Mio nonno Angiolino a questo punto restò da solo, ma riuscì egregiamente, anche con l’aiuto di mia nonna Bruna, a tenere in piedi l’attività e il nome dei Cotifava.

micrometro bianco e nero
Orologeria Cotifava Mantova 1946: misurazione dell’altezza di una ruota dei secondi con un vecchio micrometro

Nell’anno 2011 decisi, dopo essermi diplomato come geometra, di continuare la lunga tradizione famigliare a fianco di mio nonno, che fu ben contento della mia scelta. Dopo qualche mese “gomito a gomito”, aprimmo il nuovo e attuale “Laboratorio di Orologeria  Cotifava” sempre in Via Cavour, ma al n.75. Nel corso degli anni la tecnologia e il materiale da lavoro si è man mano adattato alle esigenze del giorno d’oggi, ma ciò che è rimasta immutata nel tempo è la passione che dal lontano 1946 ha reso la famiglia Cotifava orologiai di tradizione.

 

Alessandro Cotifava